ilmiokakebo

Che cos'è il "KAKEBO"?

Kakebo (si pronuncia “Kakeibo”), è un termine giapponese che possiamo tradurre letteralmente come “il libro dei conti di casa”.

A me piace però descriverlo come lo strumento che ci aiuta a risparmiare tutti i giorni, in modo facile e persino divertente!

Kakebo

Il Kakebo è diffusissimo in Giappone, dove perfino i bambini ne possiedono uno, seppure ovviamente in versione adattata alle loro esigenze.

Se il nome ti spaventa, o ti evoca qualcosa che sembra lontano dalla nostra cultura, tieni presente che non è molto diverso da quello che facevano le nostre mamme o le nostre nonne quando annotavano le spese domestiche sul quadernino per tenere nota di entrate e uscite.

Ma quando è nato il Kakebo?

Il Kakebo viene dal Giappone ed è stato ideato da una donna.

La sua prima uscita fu nel lontano 1904 a opera di Hani Motoko (1873-1957), la sua ideatrice, una delle prime ragazze ad avere accesso all’istruzione superiore, diventando la prima giornalista donna del Giappone.

Hani era l’erede di un samurai e la sua famiglia era benestante. Le altre donne che hanno caratterizzato la sua quotidianità, la mamma e la nonna, erano persone semplici e genuine, oltre che essere analfabete.

Lei invece, vissuta in un Giappone che cresceva in fretta sia culturalmente che economicamente, era una perfezionista.

Hani era convinta che il compito più importante della donna fosse gestire le finanze della casa, e voleva farlo nel modo più corretto e razionale possibile.

È incredibile come questa donna abbia saputo cogliere un bisogno, e abbia saputo soddisfarlo creando uno strumento che ha resistito a più di un secolo di progresso senza precedenti, di guerre, di stravolgimenti sociali, di cambiamenti culturali. In un mondo in cui perfino il cellulare più tecnologico, o il PC più potente, diventano obsoleti già dopo il primo anno, è straordinario come questo semplice strumento abbia saputo affrontare questo lungo viaggio spazio – temporale ed essere sempre così attuale e così utile anche ai giorni nostri!

Come funziona

Perché è così utile?

Con ILMIOKAKEBO potrai analizzare le tue voci di spesa in mille modi, e riuscirai quindi più facilmente a individuare quelle abitudini, e a intervenire su di esse prima che facciano troppi danni.

Tutto parte, dunque, dal risparmio!

KAKEBO 2021

ILMIOKAKEBO viene venduto nella versione Calendario 2021 e nella versione Vuoto 12 mesi.

Nel file scaricabile troverai entrambe le versioni.

Categorie di spesa

Obiettivi

Fissa degli obiettivi di gestione delle tue finanze e monitorare costantemente il loro raggiungimento.

Disciplina

Sviluppa e/o consolida le tue doti di costanza e di autocontrollo e affronta decisioni di spesa in modo più consapevole e razionale.

Trucchi e stratagemmi

Elabora trucchi e stratagemmi adatti a raggiungere i tuoi obiettivi nel minor tempo possibile, liberando te stesso dall’ansia di non poterti permettere un premio ogni tanto.

Viviamo in un mondo in cui spendere è sempre più semplice.

Si può acquistare qualunque cosa, in qualunque parte del mondo, strisciando la carta di credito, o con un semplice clic.

Questo, se da una parte rappresenta una grande comodità, dall’altra ci ha fatto perdere un po’ quel senso di controllo che avevamo sul denaro fino a qualche anno fa.

In più siamo continuamente sottoposti a un vero e proprio bombardamento consumistico, e abbiamo sempre meno tempo a disposizione.

Di conseguenza gli acquisti che facciamo sono spesso impulsivi.

A volte, presi come siamo dalle attività giornaliere, ci può sfuggire un evento o una ricorrenza, e dobbiamo cercare all’ultimo minuto un’idea regalo, magari online.

Altre volte, la vita frenetica che conduciamo ci spinge senza che ce ne rendiamo conto a voler soddisfare, anche con qualche acquisto superfluo, il desiderio di viziarci.

Del resto, specie in questo periodo, ce la meritiamo un po’ di leggerezza, no?

Tuttavia non si può vivere sempre alla giornata!

Tutti noi abbiamo degli obiettivi, dei traguardi che ci siamo prefissati e che vogliamo e dobbiamo raggiungere, per il bene nostro e, conseguentemente, dei nostri cari.

Sia che guadagniamo 1.000 Euro/mese, sia che ne guadagniamo 10.000, abbiamo tutti in mente degli obiettivi da raggiungere.

Di qualunque tipo, dai più frivoli (ad es. l’acquisto di un’auto nuova, o della vacanza dei sogni) ai più concreti (come l’acquisto di un’abitazione, o l’istruzione universitaria dei figli).

Non sono certo qui per stabilire se siano giusti o sbagliati. Quello che voglio sottolineare è che, seppure declinati in base alle disponibilità finanziarie di ciascuno, tutti noi abbiamo degli obiettivi.

Obiettivi che, in presenza di risorse limitate (il denaro e, molto più prezioso, il tempo!), richiedono di seguire delle semplici regole per essere raggiunti.

La regola più importante che vorrei trasmetterti è (non a caso!) una frase del famoso investitore multimilionario W. Buffet:

“Non risparmiare quello che rimane dopo aver speso, 
ma spendi ciò che rimane dopo aver risparmiato.”

Questa è la base di ogni successo finanziario, e ne riparleremo più avanti, se avrai la pazienza di continuare a leggere.

Sicuramente è condizione necessaria, seppure non anche sufficiente.

Ovviamente sto parlando di obiettivi “materiali” e non “spirituali”. I secondi, infatti, non necessitano di grandi risorse economiche, ma sono spesso il frutto di percorsi interiori che non sono correlati, o almeno non lo sono in modo diretto, all’utilizzo di risorse.

Inoltre, vorrei anche sfatare il mito della contrapposizione tra obiettivi materiali (quindi “cattivi”) e spirituali (quindi “buoni”).

Alla fine, ciò che conta è sempre e solo il bisogno profondo che dà vita ai nostri obiettivi.

Così, ad esempio, iniziare a risparmiare per aiutare il proprio figlio ad acquistare l’abitazione in cui andrà a vivere con la famiglia impone un obiettivo materiale (accumulare denaro) che serve a soddisfare un bisogno (l’acquisto della casa) che invece ha tutt’altra natura: quello di sostenere i nostri cari nei momenti più importanti della loro vita.

Un’altra regola che voglio trasferirti deriva dalla consapevolezza che a volte siamo intrappolati in piccole abitudini di spesa che, sommate tutte insieme, alla lunga possono seriamente minacciare la nostra tranquillità finanziaria. Come diceva un vecchio detto, infatti

Se non riesci a percepire i sussurri, udirai le grida.”

Con ILMIOKAKEBO potrai analizzare le tue voci di spesa in mille modi, e riuscirai quindi più facilmente a individuare quelle abitudini, e a intervenire su di esse prima che facciano troppi danni.

Tutto parte, dunque, dal risparmio!

ilmiokakebo

Ho capito l'importanza del risparmio, e ora?

Ottimo! A questo punto devi solo iniziare a darti delle semplicissime regole.

Per cominciare, è bene che tu inizi a tenere traccia delle tue entrate/uscite fisse mensili e dei molteplici flussi di denaro collegati alle spere quotidiane.

Entrate

Inizierai annotando le entrate del mese, cioè fondamentalmente lo stipendio, più eventuali altre entrate, quali ad esempio cedole di obbligazioni, piccole somme ricevute in dono, rimborsi fiscali, ecc.

Uscite

Poi potrai proseguire con le uscite fisse del mese, cioè ad esempio l'affitto, la rata del mutuo per la casa, o del finanziamento auto, le bollette la quota della palestra, l'abbonamento mensile a quel determinato servizio, ecc.

Spese

Con periodicità che deciderai in base ai tuoi impegni e alle tue esigenze dovrai annotare le varie spese quotidiane, cioè quelle che affronti giorno per giorno, quali la spesa per mangiare, la farmacia, la colazione al bar, il ristorante, il cinema, ecc.

Puoi iniziare annotando entrate e uscite su ILMIOKAKEBO!

Inizierai annotando le entrate del mese, cioè fondamentalmente lo stipendio, più eventuali altre entrate, quali ad esempio cedole di obbligazioni, piccole somme ricevute in dono, rimborsi fiscali, ecc.

Poi potrai proseguire con le uscite fisse del mese, cioè ad esempio l’affitto, la rata del mutuo per la casa, o del finanziamento auto, le bollette (dapprima indicherai una stima, poi aggiornerai il dato una volta arrivate), la quota della palestra, l’abbonamento mensile a quel determinato servizio, ecc.

Infine, con periodicità che deciderai in base ai tuoi impegni e alle tue esigenze (ma ti consiglio di non lasciar passare più di 4/5 giorni) dovrai annotare le varie spese quotidiane, cioè quelle che affronti giorno per giorno, quali la spesa per mangiare, la farmacia, la colazione al bar, il ristorante, il cinema, ecc.

Se poi possiedi un tuo spazio in Cloud (ad es. Dropbox, OneDrive, Google Drive, Sync o altri tool di Cloud Storage) puoi usare ILMIOKAKEBO come se fosse un’app, e annotare le tue spese dall’ufficio, da casa, da dove vuoi tu.

Ti accorgerai ben presto che ILMIOKAKEBO è lo strumento più efficace per monitorare le tue spese e gestire in modo ottimale e col minimo sforzo il tuo bilancio familiare.

Certo, la carta stampata ha la sua magia. Annotare tutto con carta e penna ha il suo fascino, e ciò è innegabile.

Poi però bisogna fare i conti a fine mese, per capire se il mese è andato come ci aspettavamo, se abbiamo rispettato le regole che ci siamo dati, o se abbiamo esagerato un po’ con le spese.

Poi ancora ci sono i conti di fine anno, in cui bisogna rielaborare tutti i dati, in modo da ricavarne informazioni utili. Beh, pensare di farlo con carta e penna non è proprio la cosa più facile di questo mondo! In più, oltre allo sforzo di concentrazione non indifferente, la possibilità di commettere errori è altissima, col rischio di rendere vani tutti gli sforzi fatti durante l’anno per annotare scrupolosamente ogni voce di spesa!

Pochi minuti alla settimana, e la giusta dose di costanza, ti aiuteranno a riflettere sulle tue abitudini più radicate, più consolidate, quelle che ti impediscono di mettere nel salvadanaio anche parecchie centinaia di euro ogni anno!

Somme con cui magari avresti potuto realizzare un progetto, comprare una moto, fare una vacanza o concederti qualche altro premio interessante!

Risultati

Ma quanto posso davvero risparmiare?

Difficile rispondere, dipende da tanti fattori.

Dipende dalle tue entrate, dalle spese fisse che sostieni ogni mese, dalla tua propensione al risparmio e al sacrificio.

Dipende dalla tua forza di volontà, dalla tua disciplina, dagli imprevisti che ti si presenteranno, da come saprai affrontarli.

Mediamente i nostri clienti ci hanno testimoniato di aver raggiunto agevolmente livelli di risparmio personale compresi tra il 25% e il 35% delle loro entrate annue.

ILMIOKAKEBO ti accompagnerà passo passo verso il tuo obiettivo di risparmio.

Ma non solo. Potrai inoltre:

✔︎ fissare degli obiettivi di gestione delle tue finanze e monitorare costantemente il loro raggiungimento;

✔︎ sviluppare e/o consolidare le tue doti di costanza e di autocontrollo;

✔︎elaborare trucchi e stratagemmi adatti a raggiungere i tuoi obiettivi nel minor tempo possibile;

✔︎ affrontare decisioni di spesa in modo più consapevole e razionale;

✔︎ liberare te stesso dall’ansia di non poterti permettere un premio ogni tanto;

✔︎ recuperare energie mentali da dedicare proficuamente ad altre attività.

Ma è semplice da usare?

Certo!

ILMIOKAKEBO è sviluppato come foglio di calcolo Excel, ed è pertanto creato per occuparsi di fare tutto il lavoro “sporco” di calcoli e formule, che altrimenti dovresti fare tu, con carta e penna e con esito piuttosto dubbio.

Quindi niente quaderni con centinaia di righe da sommare, che per di più devi portare con te col rischio di perderli, e che comunque devi proteggere da occhi indiscreti.

Niente fogli che si possono sporcare, macchiare, o perdere.

E niente tabelle impossibili da compilare!

Inoltre, ILMIOKAKEBO è un foglio di calcolo sì, ma molto particolare.

È molto più di una semplice agenda elettronica dove annotare spese e guadagni:

✔︎ è qualcosa di più profondo, in grado di coniugare l’aspetto più pratico e materiale dei conti di casa con quello più zen dell’autodisciplina e della riflessione;

✔︎ è un lungo viaggio all’interno di sé stessi, al termine del quale sarai più consapevole e più in grado di dare un valore alle cose, al di là del mero prezzo (ti ricordo il famoso detto di Oscar Wilde “Oggi la gente conosce il prezzo di tutto e il valore di nulla”);

✔︎è un’avventura lunga 365 giorni che ti farà capire appieno che ogni azione che compiamo, anche quelle apparentemente più insignificanti, consuetudinarie – direi quasi automatiche – può avere delle conseguenze a volte sorprendenti.

E ancora:

✔︎ è uno strumento che, aiutandoti a codificare le tue spese in modo semplice e sistematico in funzione del loro grado di necessità, ti permetterà di avere il controllo su di esse, e di raggiungere in modo più semplice gli obiettivi di risparmio che ti sei posto;

✔︎è un valido antidoto contro lo stress generato inevitabilmente da una cattiva gestione finanziaria;

✔︎ è uno strumento di autodisciplina che, obbligandoti ad annotare tutte le spese effettuate, innesca una specie di condizionamento psicologico che col tempo ti farà desistere dagli acquisti inutili, e ti permetterà di sostituire cattive abitudini con buone abitudini;

✔︎ è un insostituibile compagno e consigliere che, individuando gli sprechi, le spese superflue e le abitudini di spesa più critiche, e fornendo consigli e spunti utili, ti aiuterà a raggiungere la tranquillità finanziaria, liberando al contempo energie mentali che potrai impiegare diversamente, in attività più proficue;

✔︎ è un coach discreto e silenzioso, un alleato fedele, un amico leale e sincero che ti aiuterà a raggiungere i tuoi obiettivi, quei traguardi che vuoi conquistare da tempo ma non sai da dove iniziare.

Sembra interessante...
ma come funziona materialmente?

Utilizzare ILMIOKAKEBO è davvero molto facile e intuitivo, e richiede questi 5 semplici step logici (attenzione, è fortemente consigliabile rispettare la sequenza!):

1. Inserisci le ENTRATE del mese

Annota ogni mese le ENTRATE che con ragionevole certezza prevedi di realizzare (eventualmente regolandoti per la loro stima anche in base a incassi di mesi precedenti), distinguendole in base alla loro tipologia, ad esempio stipendio se sei dipendente, parcelle se hai un’attività in forma individuale, e poi redditi derivanti da affitti, da royalties, interessi da incasso cedole obbligazionarie, ecc.;

2. Inserisci le USCITE FISSE del mese

Per USCITE FISSE si intendono le spese ricorrenti, quelle cioè che sostieni regolarmente ogni mese, e che possono essere sia fisse (l’affitto, la rata del mutuo, la rata dell’auto, la quota della palestra, le spese condominiali, i contributi previdenziali, gli abbonamenti, ecc.) che variabili (come le bollette, che se non ancora ricevute potrai indicare in base ad una stima, basandoti ad esempio sullo storico degli ultimi pagamenti effettuati);

3. [facoltativo] Individua un certo livello di RISPARMIO DA STANZIARE nel mese

Stabilisci di mese in mese un certo livello di RISPARMIO, una somma che hai deciso di mettere da parte in quel determinato mese (ad esempio il 20% delle ENTRATE, oppure una cifra fissa, ecc.), e che metti subito da parte in modo da non rischiare di utilizzarla per le tue spese quotidiane. Questo risparmio è inteso proprio nell’accezione di Warren Buffet, cioè è risparmio che viene deciso a priori, e che non si tocca per nessuna ragione. Quindi prima il risparmio, dopo vengono le spese giornaliere. Questo passaggio è facoltativo, nel senso che il risparmio a fine mese e a fine anno viene calcolato comunque. Inoltre, in presenza di entrate piuttosto modeste può essere complicato stabilire un importo di questo tipo. Tuttavia è fortemente consigliato in quanto, indipendentemente dalle entrate, può aiutarti a sviluppare il senso di autodisciplina, obbligandoti a sottrarre a priori, dalle tue diponibilità mensili, un certo importo che è sicuro che risparmierai. A tale importo si andrà ad aggiungere l’importo che rimarrà una volta tolte anche le spese quotidiane. Dopo vedremo meglio il tutto con un esempio!

4. Il BUDGET del mese

Al termine delle prime 3 fasi avrai individuato il tuo BUDGET mensile, ovvero il denaro che avrai a disposizione in un determinato mese per affrontare le spese quotidiane. Come già avrai capito, esso è dato da:

ENTRATE – USCITE FISSE – RISPARMIO STANZIATO = BUDGET


5. Le SPESE QUOTIDIANE

Registra ogni giorno le SPESE QUOTIDIANE, proprio come le nostre mamme e le nostre nonne facevano sul quadernino!

Scontrino per scontrino, tutti gli acquisti.

Dedica a questa operazione un paio di minuti al giorno, oppure prenditi 10 minuti nel fine settimana per trascrivere tutte le spese che hai sostenuto, magari aiutandoti con gli scontrini che avrai nel frattempo conservato.

Come vengono suddivise le spese quotidiane?

Vi sono 4 macrocategorie di spesa:

  1. Sopravvivenza

  2. Optional

  3. Cultura

  4. Extra

Sopravvivenza

Sono le voci di spesa abituali e indispensabili, quali le spese per l’alimentazione, i farmaci, le visite mediche, il carburante, i trasporti, le spese per i figli, per gli animali domestici, ecc.

Optional

Si tratta delle spese legate al tempo libero e agli sfizi, quali ad esempio le spese per bar, ristoranti, locali da ballo, le spese per lo shopping, le sigarette, le spese per la cura del corpo, per le manifestazioni sportive, ecc..

Cultura

Sono le spese per tutte quelle attività e quegli oggetti che, oltre al mero intrattenimento, ci arricchiscono intellettualmente e culturalmente, quali il cinema, i concerti, i musei, i corsi di formazione, ma anche l'acquisto di musica/film, le spese per libri, giornali, ecc.

Extra

Sono tutte le uscite diverse dalle precedenti, quali ad esempio le spese per i viaggi, per gli imprevisti (multe, danni vari, ecc.), lavori di ristrutturazione, le spese per mobili/oggetti per la casa, per articoli elettronici, i regali, ecc..

Credo di aver capito come funziona ma...
fammi un esempio

A volte il passaggio n. 3 del risparmio stanziato genera dei dubbi. Dubbi immotivati, perché è tutto estremamente semplice, e lo vediamo insieme con un esempio numerico!

Immaginiamo per il mese di marzo:

  • ENTRATE per 1.700 Euro (stipendio)
  • USCITE FISSE per 700 Euro (rata mutuo + bollette stimate + rata auto)

Ti rimangono 1.700 – 700 = 1.000 Euro, per cui tu decidi (saggiamente dico io!) di accantonare in ogni caso 400 Euro (te ne dimentichi, li metti in un altro conto, li nascondi sotto il materasso, insomma ne fai ciò che ritieni opportuno per distoglierli dall’utilizzo quotidiano!).

Il tuo budget per affrontare le spese del mese di maggio sarà pertanto pari a:

ENTRATE – USCITE FISSE – RISPARMIO STANZIATO = BUDGET

ovvero

1.700 – 700 – 400 = 600 Euro

A fine mese, dopo aver annotato tutte le spese quotidiane tramite ILMIOKAKEBO, ti accorgerai che hai speso 450 Euro, pertanto hai risparmiato ulteriori 600 – 450 = 150 Euro.

Questo importo, sommato al risparmio che avevi già stanziato, ti porterà a un risparmio totale, nel mese in questione (nel nostro esempio, marzo) di

RISPARMIO STANZIATO + ULTERIORE RISPARMIO = RISPARMIO TOTALE

ovvero

400 + 150 = 550 Euro!

Mi interessa, lo voglio!

Perfetto! Allora verifica questi requisiti minimi.

ILMIOKAKEBO è sviluppato in ambiente Excel e richiede unicamente l’installazione di Excel, nelle versioni 2010 o superiori (meglio Excel 2016/2019 o Microsoft 365); è consigliabile (ma non obbligatoria!) un’adeguata risoluzione dello schermo (ad esempio 1920 x 1080).

NOTA PER I POSSESSORI DI MAC: il software dà il meglio di sé nell’utilizzo con PC. L’utilizzo con Mac potrebbe comportare la perdita di alcune funzionalità del programma. Si tratta tuttavia di funzionalità marginali, quali l’utilizzo delle macro per gestire la navigazione e per la creazione dei report in pdf. Il file .zip che andrete a scaricare contiene tuttavia anche una versione de ILMIOKAKEBO appositamente adattata per l’utilizzo con Mac.

ILMIOKAKEBO costa solamente 14,90 Euro, e una volta acquistato è tuo, pertanto non ha scadenza, e puoi utilizzarlo per tutto il tempo che vuoi!

Wow! Davvero?

Si! ILMIOKAKEBO viene venduto nella versione Calendario 2021 e nella versione Vuoto 12 mesi.

Nel file scaricabile troverai entrambe le versioni.

La versione “Vuoto 12 mesi” è slegata dal calendario, pertanto è utilizzabile per tutti i 12 mesi a venire, indipendentemente dal mese in cui deciderai di iniziare a utilizzarla! Ovviamente (questo non dovrei dirtelo!) al termine dei 12 mesi puoi sempre continuare a utilizzare ILMIOKAKEBO anche per i 12 mesi ancora successivi, utilizzando un’altra copia del file che avrai precedentemente salvato.

Alcune novità della versione 2021:

  • nuove voci di spesa, ancora più calzanti e pratiche da utilizzare;
  • nuova grafica per utilizzo ancora più intuitivo;
  • menù e collegamenti potenziati;
  • analisi grafiche ancora più efficaci.

Ora voglio complimentarmi con te, per la costanza e determinazione che ti hanno portato a leggere fino a qui.

Allo stesso tempo desidero ringraziarti per il tempo che mi hai dedicato, mi auguro che questa breve lettura possa essere per te un punto di partenza!

Ora hai acquisito la consapevolezza che esiste un metodo, utilizzato da una comunità di persone sempre crescente, per gestire al meglio le tue finanze personali.

Un metodo che può farti risparmiare ogni anno, senza fatica e inutili perdite di tempo, centinaia e centinaia di euro.

Quindi ti consiglio di agire ORA, e di prendere il controllo della tua situazione finanziaria, iniziando a cambiarla in meglio. E ricorda che, come disse A. Einstein

“Nulla è più insensato che fare le stesse cose,
con la speranza che il risultato cambi.”

Contattaci

ILMIOKAKEBO, risparmiare divertendosi!

    Nome *

     

    Messaggio *

    INFORMATIVA PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
    Gentile Utente,
    desideriamo informarLa che i Suoi dati personali, necessari per poterla contattare di seguito a sue richieste inserite nella nostra form di contatto presente sul nostro sito verranno trattati secondo le modalità che di seguito vengono esposte, al fine della raccolta del Suo consenso adeguatamente informato, nel rispetto del Regolamento (UE) 2016/679.

    TIPOLOGIE DI DATI TRATTATI
    Tratteremo dati quali:
    - i Suoi dati anagrafici (Nome, Telefono, E-mail) e le informazioni necessarie per contattarLa.

    FINALITÀ DEL TRATTAMENTO E BASE GIURIDICA
    I dati sono acquisiti presso l’Interessato e sono da Lei liberamente forniti.
    I dati personali conferiti con il presente modulo saranno trattati, con modalità prevalentemente informatiche e telematiche, per l’esecuzione della prestazione da Lei richiesta.
    Il conferimento dei dati presenti nei campi contrassegnati da asterisco è obbligatorio e il loro mancato inserimento non consente di completare la comunicazione. Per contro, il rilascio dei dati presenti nei campi non contrassegnati da asterisco, pur potendo risultare utile per agevolare i rapporti, è facoltativo e la loro mancata indicazione non pregiudica il completamento della procedura di comunicazione.
    La base giuridica del trattamento è individuata nel consenso (art. 6, par. 1, lett. a) del Regolamento (UE) 2016/679), che può essere revocato in qualsiasi momento senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca.

    CATEGORIE SOGGETTI CHE TRATTANO I SUOI DATI
    I dipendenti ed i collaboratori potranno essere autorizzati/designati al trattamento dei Suoi dati, sotto la responsabilità del Titolare.
    Al di fuori di queste ipotesi i dati non saranno comunicati a terzi né diffusi, se non nei casi specificamente previsti dal diritto nazionale o dell'Unione europea.
    I Suoi dati personali non sono soggetti a diffusione né ad alcun processo decisionale interamente automatizzato, ivi compresa la profilazione.

    PERIODO DI CONSERVAZIONE DEI DATI
    I dati saranno trattati per tutto il tempo necessario all’erogazione del servizio richiesto e, successivamente, i dati saranno conservati per 2 anni in conformità alle norme sulla conservazione della documentazione amministrativa.

    DIRITTI DELL’INTERESSATO
    In qualità di interessato, Lei può esercitare i diritti previsti dagli articoli da 15 a 22 del Regolamento (UE) 2016/679, quali l’accesso ai propri dati, la rettifica, la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento. Ha, inoltre, il diritto di richiedere la portabilità dei suoi dati e di opporsi a processi decisionali automatizzati.
    Tali richieste potranno essere rivolte al Titolare del trattamento.
    Ha infine il diritto di proporre reclamo al Garante quale autorità di controllo secondo le procedure previste.



    Dichiaro di aver ricevuto completa informativa, ai sensi dell’art. 13 del Regolamento 679/2016 e della normativa nazionale in vigore e ne confermo la presa visione.